Lenciclopedia della cacata
1 Dicembre 2022
orosCACO
l’oroscopo umorale di Marco Dox
2 Dicembre 2022
CACOnews
notizie cacofoniche
2 Dicembre 2022
CACObarze
barzellette cacofoniche

Un tizio che si era sempre dedicato ai piaceri muore e finisce all’inferno dove lo attende un custode vestito con un bell’abito che lo invita ad accomodarsi. Il tizio entra e molto incredulo trova un ambiente da favola: ampi saloni, comode poltrone, gente che si diverte. Gli offrono un aperitivo e inizia a conversare con altri dannati: “Ma siamo davvero all’inferno?”. “Sì, certo!”. “Ma come passate il tempo?”. “Beh, facciamo quello che ci pare, mangiamo, ci divertiamo, facciamo l’amore… io sono qui da 500 anni e mi diverto moltissimo!”. A un certo punto i nuovi arrivati, compreso il tizio, sono invitati a fare un giro dell’inferno. Visitano vari posti uno più bello dell’altro con divertimenti di ogni genere, finché arrivano in una zona di crateri infuocati con dei dannati e dei demoni che li infilzano. Al che il tizio esclama: “Lo sapevo, questo è il vero inferno!”. “No, no, questo è solo l’inferno dei cristiani: loro lo vogliono così!”.

2 Dicembre 2022
CACOriosity
curiosità da soddisfare
2 Dicembre 2022
CACOriosity
curiosità da soddisfare
4 Dicembre 2022
CACOriosity
curiosità da soddisfare
4 Dicembre 2022
CACOnews
notizie cacofoniche
4 Dicembre 2022
SmS/Post divertenti
6 Dicembre 2022
la Rassegna Strappa
strappi di stampa
7 Dicembre 2022
la Rassegna Strappa
strappi di stampa
7 Dicembre 2022
in(C)esti
gli innesti incestuosi
7 Dicembre 2022
sCULTURE sPARLANTI
Donna seduta, 1958, cemento. Collezione privata. Opera di Renato Avanzinelli
7 Dicembre 2022
CACOriosity
curiosità da soddisfare
Momenti buffi nello sport catturati dai fotografi
12 Dicembre 2022
CACObarze
barzellette cacofoniche

Una contessa organizza un pranzo con persone altolocate in occasione del compleanno della figlia. Il giorno del pranzo si accorge che gli invitati sono 13 per cui chiede ad un amico di cercare un’altra persona. Mentre pensa a chi chiamare vede il suo stalliere, una persona non molto fine, lo chiama e gli dice: “Senti, dovresti venire con me a un pranzo. Però stammi sempre vicino ed evita di parlare per non farmi fare brutte figure”. Finito il pranzo la contessa si mette a parlare con gli invitati. A un tratto chiede allo stalliere: “Come ha trovato il pranzo ?”. E lo stalliere: “Ahhh … Un pranzo veramente superbo che riporta alla mente i banchetti tenuti nelle mense reali”. Il signore a fianco dello stalliere gli dà due gomitate e gli dice:”Bravo, bravo, continua così “. La contessa a questo punto gli chiede: “E gli invitati che le sembrano ?”. E lo stalliere: “Persone veramente squisite, il fior fiore della società …”. Il signore a fianco sempre più stupito delle ottime risposte dà altre due gomitate allo stalliere facendogli sottovoce i complimenti. La contessa continua e gli chiede : “E mia figlia … che ne dice di mia figlia ?”. Lo stalliere: “Una ragazza veramente superba … un fiore che si nota in una società in cui i ragazzi non hanno più ideali …”. Il signore a fianco sempre più orgoglioso continua a congratularsi. La contessa prosegue e chiede allo stalliere : “Ma personalmente che pensa di mia figlia ?”. E lo stalliere: “Un culo pazzesco … me la scoperei subito …”. Il signore a fianco diventato tutto rosso dà una gomitata allo stalliere dicendogli: “Recupera … recupera”. E lo stalliere : “… naturalmente pagando!”.

17 Dicembre 2022
CACObarza
barzellette cacofoniche

Dice la maestra ai bambini: “Chi saprebbe mettermi un buco dentro un altro buco?”. Allora Anna alza la mano: “Maestra, io so come si fa”. “Allora dimmi”. Anna unisce i due indici e i due pollici della mano creando un anello che va a porre intorno alla bocca. “Ecco, maestra, un buco in un altro buco”. “Brava Anna. Chi sa come si può mettere tre buchi in un buco?”. Anna alza la mano di nuovo: “Maestra, io so come si fa”. “Allora dicci”. Fa di nuovo la stessa mossa solo che questa volta il buco circonda non solo la bocca ma anche le narici. “Bravissima, Anna. Adesso chi sa mettere cinque buchi in un buco?”. Anna alza la mano e la maestra le dà ancora una volta la parola. Allora ripete la stessa mossa e questa volta il buco circonda la bocca, le narici e gli occhi. “Bravissima, Anna”. A questo punto Paolo scocciato alza la mano e dice: “Maestra, come possiamo mettere nove buchi in un buco?”. Nessuno sa rispondere, nemmeno Anna. E la maestra: “Non lo so, Paolo, diccelo tu”. “Prendiamo un flauto e lo infiliamo nel sedere di Anna”.

17 Dicembre 2022
CACOriosity
curiosità da soddisfare
20 Dicembre 2022
SmS/Post divertenti
30 Dicembre 2022
SmS/Post divertenti
Video by CACO
Podcast by CACO
La NON rassegnata stampa